riempendosi il becco

Possono capitare mattine in cui fremono le dita, come pulcini affamatissimi che dal loro nido lanciano quei loro graffiosissimi “pio-pio” e che per farli tacere gli devi riempire il becco. Oggi mi fremono le dita e un certo desiderio di comprire lo spazio bianco del foglio “virtuale”, finalmente, si manifesta dopo tanto tempo in cui ha prevalso l’arrugginimento di certi angusti … Continua a leggere